secondo incontro al Museo del Novecento

Tra Otto e Novecento il dialogo tra le arti è più fecondo che mai: gli artisti e gli scrittori si muovono a braccetto rivoluzionando il mondo della cultura nel corso del Romanticismo e delle Avanguardie, con alcuni momenti chiave tipicamente milanesi quali la Scapigliatura e il Futurismo. E poi fino alla seconda metà del Novecento, quando la riflessione su parola e immagine prosegue, anche grazie alla semiotica di quell’Umberto Eco, recentemente venuto a mancare, amico di Piero Manzoni, e dei giovani legati alla rivista “Azimuth”. Dopo aver trattato il tema nell’incontro dedicato al XIX secolo alla GAM, ora al Museo del Novecento andremo incontro alla rivoluzione avanguardista che ha riguardato l’arte, ma anche la letteratura: insieme, tanto per rimanere nell’argomento, hanno scritto pagine altamente innovative della cultura italiana.

Libri, giornali, lettere nella pittura dell’ottocento

GALLERIA