Tra sacro e profano … La zona di colline moreniche a sud del lago d’Iseo, la Franciacorta è conosciuta per il vino … le famose bollicine … Ma la sua ricchezza va oltre. Passeggiando tra i borghi si scopre un patrimonio culturale sconosciuto!
Vi portiamo dal comune di Adro a quello di Erbusco a scoprire dei piccoli gioielli medievali che sono testimonianza della ricchezza di questi borghi della Franca Curtis nel Medioevo e nei secoli a venire.
Ad Adro si trovano due pievi antiche costruite in pietra nelle forme romaniche, al cui interno si conservano cicli di affreschi di pittori locali che guardano alla grande scuola bresciana. Visiteremo la Pieve di Santa Maria in Favento, la cui costruzione risale al 1200, e la chiesetta di Santa Maria Assunta, posta in collina, con all’interno un notevole ciclo di affreschi della scuola del Ferramola.
L’itinerario poi ci porta ad Erbusco, uno dei centri anticamente più rinomati della Franciacorta: qui si trova la Pieve di Santa Maria Maggiore. Costruita nel XII sec. forse sui resti di un edificio sacro preesistente, frammenti di un pluteo in arenaria di Sarnico risalenti al IX sec. lo confermerebber, anch’essa all’interno conserva affreschi dal sapore popolare di grande suggestione.
Tra sacro e profano … non mancheremo si raccontarvi i segreti delle “bollicine”, che potrete sorseggiare in una delle tante e rinomate cantine del territorio!

GALLERIA