Partenza da Palazzo Ducale, un tempo residenza dei dogi della Repubblica e sede del governo. Dal cortile maggiore si può vedere la Torre Grimaldina, antico carcere politico e i bei loggiati. Scendendo per Via S. Lorenzo si arriva alla cattedrale, la cui architettura conserva tutte le sovrapposizioni dal Medioevo fino a tutto il XVII secolo. Attraverso i “carruggi” si arriva in Piazza S. Matteo, un tempo quartiere gentilizio della famiglia Doria, nella quale si possono ancora ammirare i bei palazzi con il paramento bianco e nero e la chiesa omonima. Passando da Campetto – una delle piazzette più caratteristiche del centro storico – si raggiunge Piazza Banchi, un tempo luogo dell’alta finanza genovese, sulla quale si affaccia sia la chiesa di S. Pietro sia la Loggia dei Mercanti, antica borsa genovese. L’itinerario si conclude al Porto Antico, con il magnifico Palazzo S. Giorgio – sede della prima banca pubblica europea fondata nel 1407 – e le moderne realizzazioni di Renzo Piano, l’Acquario, il Bigo, il Padiglione delle Feste e gli antichi moli completamente riqualificati.

GALLERIA