Il Sebinus Lacus è parte di quella ricchezza lacustre che costella la Lombardia. Laghi di grandi dimensioni e di grande fama, perché da più di secoli meta di un turismo che non conosce sosta, il Garda, il Maggiore, il Lago di Como, ma di grande importanza anche decine di Laghi “minori” che vantano la stessa bellezza paesaggistica, architettonica e artistica che non ha nulla da invidiare ai luoghi più rinomati.
Fra questi il Lago di Iseo, vera perla incastonata fra i monti, posto in fondo alla Valcamonica, sulle cui rive si adagiano paesi e borghi di pescatori di grande bellezza.
La cittadina di Iseo ne è il capoluogo. Il nome evoca la dea madre Iside, e forse deriva dalla presenza di un tempio a lei dedicato. Il centro storico di Iseo ha conservato il volto antico medievale fatto di stradine e vicoli, con il Castello della famiglia ghibellina degli Oldofredi alleata con i Visconti di Milano, la Pieve di Sant’Andrea la cui fondazione risale al XII sec. e la Chiesa di San Silvestro, al cui interno è stato ritrovato pochi decenni fa un interessante affresco di una Danza Macabra … E poi il complesso della Filanda e il volto ottocento di un borgo che si sviluppò nel XIX grazie alla linea ferroviaria e al suo porto, importante per gli scambi commerciali. Piazza Mazzini e Piazza Garibaldi, dove si erge il primo monumento dedicato all’”eroe dei due mondi”, ricordano quel tempo.

GALLERIA