È un appuntamento consueto e arricchente quello che ci attende anche la prossima stagione alla Gam Manzoni… la nuova mostra autunnale ci permetterà infatti di approfondire la conoscenza di un altro tassello di quel variegato panorama che fu l’arte dell’Ottocento italiano. Si parlerà questa volta di Macchiaioli, ovvero della “rivoluzione della macchia” operata da un gruppo di pittori, per la maggior parte toscani, nella Firenze della metà del XIX secolo.  In mostra una trentina di dipinti di Giovanni Fattori, Telemaco Signorini, Silvestro Lega, Nino Costa, Odoardo Borrani e altri maestri che insieme si fecero portavoce di un nuovo modo di sentire la pittura che colse il senso del vero, in contrapposizione allo spirito accademico. E così il realismo diventa protagonista delle loro opere: la natura osservata direttamente e colta nelle sue abbaglianti luci e profondissime ombre, l’incanto degli interni nelle scene di quotidianità, dove le convenzioni accademiche della pittura non hanno più spazio. Una pittura che fece breccia presso molte collezioni private, fra cui quelle lombarde da cui provengono le opere in mostra.

GALLERIA