NELLE TERRE DEI MARCHESI DI SALUZZO
Tra Tardogotico e Rinascimento… e non solo

NELLE TERRE DEI MARCHESI DI SALUZZO

Tra Tardogotico e Rinascimento… e non solo

Escursione culturale curata e accompagnata da Davide Cabodi e Marina Fassera

 Le “Terre” dei Marchesi di Saluzzo un tempo erano comprese fra le province di Torino e Cuneo, arrivando ai confini della Francia. Le alterne vicende familiari e storiche fecero perdere terreno nei secoli ai Marchesi che subirono l’annessione alla corona francese, riscattata dai Savoia, e infine, con l’unità d’Italia, anche gli ultimi feudi furono ceduti. Ciononostante, la zona in provincia di Cuneo che conosceremo nel corso della nostra giornata, è ricca di preziose testimonianze che ci riconducono a loro. Partiremo da Revello, per passare al cuore del marchesato – Saluzzo – e terminare a Balma Boves, un luogo davvero unico e particolare!

INSIEME VISITEREMO 

Prima tappa REVELLO. Antica curtiis regia longobarda, nel XII sec. entrò a far parte del marchesato di Saluzzo e fu cittadina contesa su più fronti per la sua importanza strategica e politica allo sbocco della Valle del Po. Visiteremo la parte storica della cittadina con la CAPPELLA MARCHIONALE e la COLLEGIATA.
Ci stupiremo varcando la soglia della torre cilindrica dell’attuale municipio: mai ci si aspetterebbe di trovare tanta meraviglia! E’ il trionfo dell’eleganza e preziosità di quel gusto tardogotico che, in queste terre, si prolunga ben dentro il Quattrocento. La Cappella Marchionale è infatti interamente affrescata con le storie dei santi protettori dei Marchesi, presenti essi stessi con i loro ritratti in abiti sontuosi, che si dipanano in narrazioni vivaci e atmosfere cortesi.
La Collegiata situata sul pendio della collina, fu costruita con il beneplacito di Papa Sisto IV, verso la fine del XV sec. Ha forme tardogotiche misurate ed eleganti. All’interno sono custodite pregevoli opere d’arte che aprono queste terre al Rinascimento.
Revello dista pochi km da SALUZZO, dove ci troveremo nel cuore del Marchesato.
Fu capitale dal 1470 al 1547 e dominò tutto il Piemonte sud-occidentale, rientrando di diritto per il suo prestigio fra i grandi regni europei dell’epoca. Il centro storico di Saluzzo ha conservato il volto medievale con le viuzze acciottolate, gli eleganti palazzi nobiliari dalle facciate dipinte e l’antico castello dei marchesi.
Al termine della pausa dedicata al pranzo, restando nel marchesato si raggiungerà un luogo davvero particolare BALMA BOVES. Un nome curioso per un borgo caratteristico costruito sotto un’enorme sporgenza rocciosa, con case in pietra dai tetti piatti, che ricorda quello degli indiani del Nord America. Il sito, oggi ristrutturato e trasformato in ecomuseo, svela la vita dei suoi  antichi abitanti a stretto contatto con la natura. Risorse naturali come l’acqua, la pietra, i frutti della terra furono saggiamente sfruttate e gli attrezzi, le abitazioni, le stalle, i fienili, gli essiccatoi per le castagne, le fontane e l’antico forno, ci raccontano di un tempo in cui questi luoghi furono testimoni della cosiddetta “civiltà del castagno”, un tempo in cui il legame fra montagna e uomo, antico di millenni, è testimoniato anche dalla presenza di numerose incisioni rupestri, testimonianza preziosa per noi posteri.

Rientro a Milano previsto intorno alle ore 19.30/20.00 circa.

N.B. Si consigliano scarpe basse e comode, tipo light trekking

📆 Date DISPONIBILI

💷 Costo

  • Intero € 78,00

    Quota individuale

⏱ Durata

La durata del viaggio è di 1 giorno

✏ la quota comprende

  • Viaggio in pullman riservato GTL
  • Ingresso alla Cappella Marchionale e Collegiata di Revello
  • Ingresso al sito di Balma Boves
  • Visite condotte dalla nostra guida abilitata, nonché storico dell’arte ed esperto del territorio
  • Accompagnatore di Artema
  • Sistema di microfonaggio con auricolare monouso
  • Assicurazione Europe Assistance

✏ NOTE

Sebbene le attuali norme consentano la capienza totale, i nostri pullman viaggeranno con una capienza inferiore ai posti disponibili per garantire comunque il distanziamento.
Non è più un obbligo indossare la mascherina chirurgica o FFP2 a bordo dei mezzi di trasporto, ma è consigliabile utilizzarla durante il viaggio 

N.B. Si consigliano scarpe basse e comode, tipo light trekking

🏁 LUOGO DI INCONTRO

ore 7.00: Piazzale Cadorna (angolo via Paleocapa)
ore 7.10: Piazzale Lotto (angolo via Monterosa)

0 Recensioni
Inline Feedbacks
View all comments