A spasso per la Milano sconosciuta. Nuovi percorsi, nuovi tasselli di storia

Brera è molto di più della Pinacoteca a tutti nota. Brera è un’Istituzione culturale che ha una storia secolare che è stata, ed è, fiore all’occhiello della cultura artistica e non solo di Milano.
Le radici della sua storia affondano nei secoli del Medioevo, quando nell’antica “braida”, zona di campagna a ridosso delle mura di Milano, si insediarono gli Umiliati che qui impiantarono la loro attività manifatturiera; nel primo Trecento, sorse la Chiesa di Santa Maria di Brera di cui restano ben poche tracce nelle sculture esposte al Castello e negli affreschi salvati dalla distruzione napoleonica. Nel secondo Cinquecento la presenza dei Gesuiti trasformò questo luogo in un centro culturale e si costruì il Palazzo, che ancora oggi ammiriamo con l’elegante cortile e lo scenografico scalone a doppia rampa, ad opera di   Francesco Maria Richini.
A seguito della soppressione nel 1772 della Compagnia di Gesù, l’opera riformatrice di Maria Teresa d’Austria diede a Brera il nuovo assetto istituzionale che è poi rimasto fino a i nostri giorni: accanto all’Osservatorio Astronomico e alla Biblioteca già fondata dai Gesuiti, vennero aggiunti nel 1774 l’Orto Botanico e nel 1776 l’Accademia di Belle Arti e accanto la Pinacoteca. Un tempo meraviglioso, in cui si produsse Cultura di altissimo livello, sulla scorta di quella intellighenzia dell’epoca dei Lumi, rappresentata da Cesare Beccaria, Giuseppe Parini, dai fratelli Verri … fino agli artisti che furono Maestri in Accademia: Piermarini, Appiani, Albertolli … il resto è storia recente.
In questa prima visita, cui ne seguiranno altre dedicate all’Osservatorio Astronomico e all’Orto Botanico, approfondiremo la conoscenza dell’Accademia di Belle Arti, passeggiando nei corridoi del Palazzo del Richini, fra i gessi di sculture antiche che furono oggetto di studio degli studenti di un tempo, nelle aule didattiche che ci verranno aperte, nell’aula Magna, lungo il loggiato al cospetto dei busti e delle statue dei personaggi illustri che hanno fatto la storia di Brera. Non mancheremo di visitare anche la Sala Teresiana della Biblioteca Braidense, gioiello neoclassico del Piermarini.

GALLERIA

 

LUOGO D’INCONTRO

nel cortile della Pinacoteca di Brera

via Brera 28, Milano

INDIETRO