Viaggio nella bellezza rorocò e nella storia del caffè italiano

Escursione curata e accompagnata da Marina Fassera e Davide Cabodi

La dinastia sabauda si circondò di un sistema di regali residenze che furono teatro della raffinata vita di corte e maestosa testimonianza del potere acquisito da Casa Savoia. Agli antichi palazzi cittadini si affiancarono magnifiche regge, luoghi di svago e piacere lungo i fiumi, in collina, nella campagna circostante. La costruzione di sfarzose maisons de plaisance, fra Cinquecento e Settecento, portò a creare una “Corona di Delizie” che circondò la città. Un insieme di residenze conservate nella quasi totalità, che è un unicum a livello europeo, riconosciuto dall’Unesco come Patrimonio dell’Umanità nel 1997.
In questa giornata dal sapore molto particolare scopriremo una di queste dimore, sita alle porte di Torino, la PALAZZINA DI CACCIA di STUPINIGI.
Ma non finisce qui. In un mix che in qualche modo unisce sacro e profano, faremo anche un viaggio nella storia del caffè italiano, visitando il MUSEO LAVAZZA, un marchio che è un’eccellenza nata “da un sogno, un’idea”, come recita l’inizio di una storia di una famiglia, che è la storia anche di tutti noi

PROGRAMMA DELLA GIORNATA

Mattina

Visita guidata alla PALAZZINA DI CACCIA di STUPINIGI
Una residenza che identifichiamo con un diminutivo, Palazzina, ma che si presenta come sontuoso e raffinato edificio destinato alle feste, ai matrimoni dei Savoia, alle battute di caccia, luogo di loisir della corte. Non ha la magnificenza di una reggia, ma la bellezza sì. Fu costruita nel 1729 su progetto di Filippo Juvarra, e divenne da subito mirabile esempio del migliore Rococò settecentesco, un’architettura straordinaria, ispirata alle coeve residenze mitteleuropee.
Intrigante l’architettura che si sviluppa dal nucleo centrale, sulla cui cupola domina un leggiadro cervo, che ben simboleggia l’uso antico di questa dimora sabauda, fino a formare una croce di Sant’Andrea. Al suo interno un susseguirsi di sale, alcune della quali hanno conservato gli arredi, gli stucchi, le suppellettili dei secoli passati, che partono da Salone centrale, cuore della palazzina. Il Salone è un grande ambiente di forma ovale decorato con affreschi dai tenui colori che raffigurano, ça va sans dire, il Trionfo di Diana, in un tripudio di ori e specchi che ne moltiplicano la raffinata bellezza.
A seguire l’Appartamento di Levante, la Sala degli Scudieri, la Sala da Gioco, gli Appartamenti del re e della Regina, i Gabinetti Cinesi, il Salotto degli specchi e il vano che ospita la vasca di Paolina Borghese… sale e salette in un susseguirsi senza soluzione di continuità.
E tutto intorno il giardino progettato sul modello francese, ma trasformato in giardino romantico all’inglese nell’800, collegato dinamicamente con l’ambiente venatorio circostante.

Al termine della visita trasferimento in centro a TORINO per il pranzo libero

Pomeriggio

Dal “sacro sabaudo”, dai riti della corte, al prosaico piacere e al rito tutto italiano di un buon caffè. Ci recheremo in un paradiso fatto di sapore e profumo inebriante: quello del caffè. Varcheremo la soglia di un museo, che è una casa, che è una fabbrica, che è una piazza, che è l’universo… LAVAZZA.
Una storia italiana che affonda le radici nell’800, la storia di una famiglia, quella di Luigi Lavazza, che apre una drogheria dove, fra sacchi di caffè dalle diverse provenienze, crea una miscela dal gusto inconfondibile e che sarà il successo e la fortuna di un nome che è uno dei marchi più rinomati e apprezzati.
Ripercorreremo la storia dei Lavazza attraverso documenti d’archivio, fotografie ingiallite dal tempo; la storia del caffè, dei chicchi tostati e macinati ad arte accompagnati da colori, suoni, aromi. Ritorneremo indietro nel tempo, ricordando le pubblicità storiche del Caffè Lavazza, gli slogan, i personaggi… “Carmencita abita qui?”. Celebreremo il caffè in tutte le sue forme e… naturalmente non sfuggiremo alla degustazione di questa bevanda, che è un po’ come il nettare degli Dei!

Rientro a Milano previsto intorno alle ore 20.00 circa.

DATE IN PROGRAMMA

sab 27/11, ore 07.30

COSTO

Quota di partecipazione € 88,00

 

La quota comprende: viaggio in pullman riservato GTL, accompagnatore di Artema, gli ingressi previsti come da programma, le visite condotte da storici dell’arte abilitati alla professione di guida, sistema di microfonaggio, assicurazione Europe Assistance.

Il viaggio e le visite si svolgono nel rispetto dei protocolli di sicurezza.

In pullman e nelle visite in interni si dovrà indossare la mascherina.

In ottemperanza alle vigenti normative, la partecipazione è consentita esclusivamente a persone munite di una delle certificazioni verdi COVID-19.

DURATA

Una giornata

LUOGO D’INCONTRO PULLMAN

ore 7.30: Via Paleocapa ang. Piazza Cadorna

ore 7.40: Viale Monterosa ang. Piazzale Lotto

Ti è piaciuta la visita guidata?

lascia una tua recensione, sarà utile per migliorare le nostre proposte

0 Recensioni
Inline Feedbacks
View all comments