La Sacra di San Michele, la Reggia di Venaria Reale e i suoi splendidi Giardini 

Escursione curata e accompagnata da Marina Fassera e Davide Cabodi

PROGRAMMA DELLA GIORNATA

Mattina

Visita alla SACRA DI SAN MICHELE *

Una storia millenaria carica di fascino e di mistero per un’abbazia che si erge a picco sulla cima del Monte Pirchiriano. Una spettacolare costruzione, frutto di un lavoro ciclopico intrapreso dai monaci benedettini per innalzare sul dirupo una chiesa imponente, a cui si accede salendo lo ”Scalone della Morte” immersi nel silenzio della sacralità del luogo.
La Sacra di San Michele è stata una delle più celebri abbazie benedettine dell’Italia settentrionale ed è tra i più grandi complessi architettonici di epoca romanica in Europa.
Sorta nel X sec. sulla scia dei grandi pellegrinaggi, tanto frequenti all’epoca, la Sacra fu tappa imprescindibile del cammino e del culto miacelico, che partiva da Mont Saint-Michél per arrivare al Santuario di San Michele a Monte Sant’Angelo, nel Gargano.
Maestosa e ardita architettura, la sua visione da lontano appare magica e di grande suggestione.  Al suo interno si è avvolti dai colori vivi di cicli pittorici che raccontano di una spiritualità popolare ed intensa e di un’atmosfera di secoli passati, quando la fede spingeva fin quassù pellegrini e uomini “santi”, tra mille difficoltà, per cercare un contatto con il divino.

* Il pullman non può arrivare all’ingresso della Sacra, dal parcheggio alla Sacra si deve considerare un percorso a piedi di circa 500 metri, non difficoltoso. Ai piedi dell’Abbazia ha inizio una scala di 240 scalini ricavata nella parete rocciosa. Un po’ impegnativa, ma molto suggestiva. La si percorrerà pian piano, ognuno con i propri tempi… sarà come tornare indietro nei secoli, come facevano i pellegrini devoti a San Michele.

Al termine della visita, trasferimento a VENARIA REALE per la pausa pranzo

Pomeriggio

Visita ai GIARDINI e alla REGGIA di Venaria Reale

Dal sacro al  profano… un salto nei secoli e nello spazio, fisico e mentale. Dalla spiritualità antica di un’abbazia medievale, allo sfarzo e al decoro della sontuosità di una reggia sabauda immersa nel verde di un giardino, che l’uomo ha costruito plasmando la natura secondo il proprio capriccio e il proprio piacere.
La Venaria Reale è il Borgo Antico cittadino, scrigno di eventi e vicissitudini storiche; è l’imponente Reggia barocca che, con i suoi vasti Giardini, rappresenta uno dei più significativi esempi della magnificenza dell’architettura e dell’arte del XVII e XVIII secolo; è il Parco La Mandria, una della maggiori realtà di tutela ambientale europea in cui vivono liberamente numerose specie di animali selvatici e domestici, e dove è custodito un notevole patrimonio storico-architettonico …
Il complesso di Venaria Reale è di fatto un unicum ambientale-architettonico dal fascino straordinario, uno spazio immenso, vario e suggestivo, uno spettacolo davanti al quale il visitatore non può che restare stupefatto e attonito.

I Giardini della Reggia di Venaria fanno parte della rete dei Grandi Giardini Italiani.

Rientro a Milano previsto intorno alle ore 20.00 circa.

 

GALLERIA