Per i Writers di tutto il mondo ogni muro pulito è da sempre una sfida: una sorta di pagina bianca su cui lasciare traccia di sé e della propria arte. Anche se in alcuni casi  permane una condizione di illegalità, ormai l’”arte di strada”, o “arte urbana”, è diventata una delle espressioni più vivaci del mondo artistico e ha trovato committenti e mecenati.
“L’arte urbana” si distingue dal semplice graffitismo, dal quale trae origine, per l’uso di tecniche diverse e dal non essere necessariamente legata allo studio calligrafico. A partire dagli anni 2000 anche in Italia il fenomeno si è diffuso e muri colorati e artistici sono apparsi in varie città. A Milano sono presenti alcuni degli artisti più interessanti e quotati. Vediamo pregevoli esempi di street art nel quartiere dell’Ortica, nella zona dei Navigli…
Il questo nuovo percorso andremo invece scoprendo un’area, nella zona di Pota Romana, che per volere dell’ospedale Gaetano Pini è diventata un museo a cielo aperto. L’ospedale ha deciso, infatti, di rifarsi il look, colorando con tre enormi murales il proprio cortile e i muri esterni per un totale di oltre 800 metri quadrati di superficie.
A realizzare queste opere di arte pubblica, tre dei giovani “muralisti” più apprezzati della street art milanese…

GALLERIA

1 Recensione
Inline Feedbacks
View all comments

Street art a Porta Romana. Ben spiegato e molto interessante