Persia... il solo nome evoca fasti e imperi...

La valigia più pesante che si possa pensare di trascinarsi dietro in un viaggio è quella dei pregiudizi. Pesano come macigni e difficilmente ci fanno guardare alla realtà delle cose con occhio limpido. In Iran questi luoghi comuni si sono sgretolati ai miei piedi al primo contatto con la sua popolazione. E piano piano, di città in città, di storia in storia me li sono ritrovati, inutile polvere, alle spalle. Mi è rimasto uno spirito lieve con cui ondivaga ho passeggiato per strade colme di storia e architetture millenarie, incontrando un popolo di fedi (sì, è un plurale) e speranze variegate.

Amo l’Iran. Ne amo la tenacia e la resistenza del soldato invitto. Circondato da popolazioni arabe con cui spartisce una religione di maggioranza e un alfabeto scritto. Poco altro. Amo l’ardire della gente che mi ferma per strada e mi domanda cosa ne pensiamo noi occidentali di loro. E mi riscopro capace di una tenerezza inusitata guardando la speranza nei loro occhi che attendono una risposta. “Noi siamo come voi, indoeuropei” mi dice una ragazza con un ovale perfetto e due occhi da cerbiatta.

Iraniani: gente di grande pazienza e forte rassegnazione. Spiriti solo apparentemente sopiti, all’erta e pronti a scattare.  Genti fortemente legate alla tradizione di famiglia e ordine, più che agli estremismi. Gente che ha voglia di divertirsi e sorridere. Animi eleganti che omaggiano con fiori e preghiere, in mausolei da mille e una notte, la memoria di poeti che in vita di ortodosso poco hanno lasciato trasparire nei propri versi. L’essenza dell’animo iraniano è un tira e molla tra ciò che fa stare bene e ciò che è socialmente considerato bene. Un amare profondamente un padre e sfuggirne di tanto in tanto le proibizioni. Sacro sempre accompagnato al profano. Arcigni Ayatollah e vivaci ragazzine che sotto l’hijab nascondono scarpe con tacchi vertiginosi. Occhi truccatissimi. L’unico mezzo con cui si seduce, per strada, il mondo.

Carol Gallo

DATE IN PROGRAMMA

gio 03/02, ore 19.00

COSTO

Incontro online € 8,00

DURATA

L’incontro interattivo avrà una durata di circa un’ora e mezza

Tutti gli incontri in diretta online vengono registrati, il link della registrazione viene inviato il giorno successivo a tutti gli iscritti.  

La registrazione resterà disponibile per due settimane

PIATTAFORMA WEB

ZOOM

Ti è piaciuta l’iniziativa?

lascia una tua recensione, sarà utile per migliorare le nostre proposte

21 Recensioni
Inline Feedbacks
View all comments

Ho incontrato un Iran moderno, ricco di storia, di fantastiche architetture, di grandi poeti, di colori armonici e contrastanti…una cultura recente contraddittoria con alla base un passato di grande libertà e apertura. Grazie Carol

Carol è una vera traveller addicted, simpatica, frizzante nei suo racconti, ti fa veramente viaggiare on-line. Molto suggestiva la sua visita in IRAN, molto caratteristica e mai banale.
molto apprezzato l’intervento in diretta della sua guida iraniana, che ha approfondito certi aspetti della loro cultura. Una realtà che mi ha molto uncuriosito