Villeggiatura e vita in villa vista lago

PROGRAMMA DELLA GIORNATA

Mattina

La giornata avrà inizio con la visita guidata di VILLA ORSI DI AZZATE, conosciuta già nel 400 come Ca’ Mera, e del suo borgo circostante, un affascinante centro di villeggiatura varesina in collina, con meravigliosa vista sul lago di Varese.
Inizieremo il nostro percorso tra le strade del centro storico del paese, alla ricerca delle sue suggestive architetture eclettiche, tutte risalenti al periodo in cui Azzate rappresentava quel piacevole locus amoenus dove villeggiare in meravigliose dimore. Tra le molteplici residenze, abbiamo scelto di farvi conoscere Villa Orsi, la Ca’ Mera, che ben rappresenta la storia e l’evoluzione di questo antico borgo. Qui, in compagnia del padrone di casa, entreremo in villa e vi faremo attraversare ben sei secoli di storia: dal lontano ‘400 quando venne edificata l’originaria Ca’ Mera, al ‘600 più vezzoso, all’800 romantico rappresentato da arredi dell’epoca, grandi tele alle pareti e raffinate suppellettili, fino ad arrivare ai nostri giorni. La famiglia Orsi vive ancora oggi nella sua storica proprietà.
In un susseguirsi di sale entreremo attraverso un portico costellato da graffiti, passeremo nelle antiche cucine, nei salotti, per raggiungere una vera e propria Wunderkammer. E poi la biblioteca di casa, i saloni del XVII secolo, le maestose camere da letto dai soffitti altissimi e dalle dimensioni di moderni bilocali. Un racconto che si snoda tra la storia, i momenti di vita quotidiani e curiosità affascinanti.
Concluderemo la nostra visita nel grande parco della villa, dove piccoli “angoli di paradiso” dialogano da secoli con la campagna circostante, fino al lago di Varese, contribuendo, oggi come allora, a creare un’atmosfera fantastica, quasi fiabesca!

Al termine trasferimento con il nostro pullman a GAZZADA SCHIANNO presso VILLA CAGNOLA per il pranzo incluso nel programma.

Pomeriggio

VILLA CAGNOLA, nota con il nome del suo penultimo proprietario, è situata sulle colline panoramiche di Varese. La sua storia risale alla metà del Cinquecento quando la famiglia Perabò costruì la sua dimora, ampliata poi nei secoli successivi dagli eredi, a cui succedettero per un breve periodo i Melzi d’Eril e infine, da metà ‘800 la famiglia Cagnola. Fu Guido Cagnola a lasciare la sontuosa villa alla Santa Sede che ancor oggi ne è la proprietaria. Al suo interno si trova l’Istituto Superiore di Studi Religiosi Beato Paolo VI.
Oltre alla bella architettura immersa nel verde, la Villa è famosa per la preziosa collezione d’arte dal XIV al XIX secolo. Una collezione fatta di opere di artisti quali Bellini, Bergognone, Guardi… sculture, arazzi, arredi antichi, porcellane. Una collezione di altissimo livello artistico!
Il percorso terminerà nel verde che circonda la Villa fra il giardino all’italiana e il parco all’inglese, con splendida vista sul lago di Varese e sul monte Rosa.

Rientro previsto per le 19.30 circa.

DATE IN PROGRAMMA

sab 24/07, ore 08.30

COSTO

Quota di partecipazione € 125,00

La quota comprende: viaggio in pullman riservato GTL, accompagnatore e guide, gli ingressi come da programma, il pranzo a Villa Cagnola (primo, secondo con contorno, dessert, acqua minerale, un calice di vino, caffè) sistema di microfonaggio, assicurazione Europe Assistance.

Il viaggio e le visite si svolgono nel rispetto dei protocolli di sicurezza

DURATA

Una giornata

LUOGO D’INCONTRO PULLMAN

ore 8.30: via
Paleocapa, angolo piazzale Cadorna

ore 8.45: viale
Monterosa, angolo piazzale Lotto

Ti è piaciuta la visita guidata?

lascia una tua recensione, sarà utile per migliorare le nostre proposte

2 Recensioni
Inline Feedbacks
View all comments

La mattinata è stata ricca di sorprese inaspettate. Ci siamo trovati immersi in un mondo di dimore antiche stupende che sono state inserite nella vita moderna e ci accompagnano con le loro atmosfere magiche!
Organizzazione impeccabile!

Ho partecipato alla giornata alla scoperta delle ville storiche sulle colline del varesotto, giornata piacevolissima e, come di consueto, organizzata al meglio.
Le ville inoltre sono proprio state una vera scoperta, chi avrebbe mai immaginato di trovare tanti tesori d’arte nascosti nella campagna……………………
Alla prossima!