Mostra al Mudec

Basquiat

Jean-Michel Basquiat – Artista americano, morto nel 1988 a soli 27 anni per un’overdose di eroina, ha espresso il disagio e la ribellione dei giovani tra gli anni Settanta e Ottanta, attraverso una forma d’arte nuova che avrebbe segnato i tempi a venire, quella dei graffiti. Un modo efficace e diretto, di forte potenza espressiva, con il quale Basquiat ha evidenziato la questione, ancora aperta e dolorosa, delle razze e della convivenza nella comprensione reciproca. Un’arte, la sua, con la quale ha rappresentato l’America di quegli anni, l’energia urbana dannata di New York con le sue radici africane segnate dalla schiavitù e dalla diaspora.

Il successo passò attraverso l’amicizia di Warhol che ne comprese il genio, la forza espressiva, il tormento… e, nell’arco brevissimo di pochi anni, attorno alla sua figura di artista “maledetto”, e intorno alla sua arte, si è creata una vera leggenda.

La mostra del Mudec presenta e ci fa riscoprire Basquiat in un tempo attuale così difficile e controverso, un tempo in cui la sua arte, può ancora dire moltissimo.

 

GALLERIA

INDIETRO