LA CA' GRANDA
Da ospedale sforzesco a "città del sapere"
Previous
Next

LA CA' GRANDA

Da ospedale sforzesco a "città del sapere"

Franciscus Sfortia Dux Mediolani Quartus, conte di Angera, signore di Cremona, in segno di ringraziamento, in remissione dei peccati e per la saluta sua e della consorte Bianca Maria […] perché ivi venga eretto un nuovo grande, magnifico ospedale degno della grandezza e dell’inclita città di Milano

Correva l’anno 1456, era il 1° aprile quando, con questo diploma firmato dal duca Francesco Sforza, si fondò la Ca’ Granda. Un moderno, efficiente ospedale di grandi dimensioni e importanza, un edificio funzionale che sopperiva alle tante vecchie istituzioni ospedaliere cittadine, solitamente gestite da enti ecclesiastici. L’antica pergamena mostra lo Sforza quale uomo di fede che, con questa donazione, si preoccupa dell’anima sua e della duchessa. Ma la fondazione dell’ospedale fu anche un’abile mossa politica, una carta giocata con astuzia nella strategia del potere, per ingraziarsi il popolo e la città conquistata con la forza.
Qualunque siano le ragioni della nascita della Ca’ Granda, quello che Milano si ritrovò fu veramente un “fiore all’occhiello” della sanità dell’epoca, un nosocomio in grado di curare i “poveri infermi”, di accogliere “gli esposti e le misere persone”, all’interno di un’architettura concepita dal Filarete, che garantiva la perfetta efficienza degli spazi razionalmente distribuiti, che assicurava a malati e sofferenti cure e un’attenzione all’igiene all’avanguardia sotto ogni punto di vista.
La Ca’ Granda fu questo per secoli, un modello a cui ispirarsi, luogo di dolore e di guarigione, cui contribuirono anche molti benefattori, partendo proprio dal duca, Francesco Sforza, che, indipendentemente dalle ragioni che lo mossero, promosse questa meritevole istituzione.

📆 Date DISPONIBILI

💷 Costo

  • Intero € 9,00

    Visita guidata € 9,00

⏱ Durata

La durata della visita guidata è di circa 2 ore

🏁 luogo di incontro

via Festa del Perdono 7, Milano
all’ingresso della Ca’ Granda

✏note

  • Il gruppo è composto da massimo 20 persone
  • Servizio di microfonaggio incluso nella visita
    È consigliabile portare con sé un proprio auricolare
  • Non è più un obbligo l’utilizzo di mascherina chirurgica o superiore, ma è consigliabile in caso di visite in interni dove ci può essere affollamento

Ti è piaciuta la visita guidata?

Lascia la tua recensione, sarà utile per migliorare le nostre proposte!

3 Recensioni
Inline Feedbacks
View all comments

Visita guidata alla Cà Granda
Marina è stata una guida eccellente e molto coinvolgente . Una visita interessante e importante, in una realtà a me sconosciuta Grazie, sono stata molto contenta.