“La civiltà mi sta lentamente abbandonando. Comincio a pensare con semplicità […] Godo tutte le gioie della vita libera, animale e umana. Sfuggo alla fatica, penetro nella natura”

(P. Gauguin, Noa Noa)

Una mostra dedicata a Paul Gauguin è sempre un grande evento, perchè grande è stato l’artista e l’uomo che, alla ricerca del “paradiso perduto”, ebbe il coraggio di abbandonare la Francia, Parigi, la civiltà occidentale per trascorrere parte della sua esistenza in terre esotiche, dove, nelle isole della Polinesia, trovò la morte nel 1903. A contatto con le culture primitive, con la natura selvaggia, la sua pitura ne uscì rinnovata nei colori, nelle luci, nelle forme sempre più affidate ad un sintetismo, così evocativo di atmosfere dal fascino sublime. Il Mudec, Museo delle Culture, accoglie Gauguin e le sue tele in un percorso che si potrà concludere con la visita alla collezione permanente di opere e manufatti provenienti dai cinque continenti, un patrimonio etnoantropologico sicuramente da conoscere.

GALLERIA

INDIETRO