Gli affreschi degli Zavattari, la Corona Ferrea e il Tesoro

Gli affreschi della Cappella di Teodolinda sono uno spettacolare ciclo pittorico realizzato dagli Zavattari negli anni Quaranta del XV secolo e rappresentano uno degli ultimi capolavori della pittura tardogotica. Attraverso un linguaggio fatto di ori rilucenti e colori luminosi, di dame e cavalieri, di destrieri dai ricchi finimenti e di città turrite che si ergono sul fondo delle scene, si narra la storia di una Regina longobarda, Teodolinda, che, convertita al cristianesimo, si fa tramite della conversione di tutto un popolo. Le vicende si snodano in un mondo da favola illustrato con vena narrativa di sorprendente fantasia, che coniuga l’aspetto profano e il profondo significato religioso .
La visita si completa con la celeberrima Corona Ferrea, di cui racconteremo la verità storica e le leggende che ruotano intorno a questo preziosissimo manufatto, e con il Tesoro del Duomo esposto nelle sale ipogee del suo Museo. Pezzi di raffinata bellezza e di incomparabile valore storico e artistico: oggetti di avorio, suppellettili d’oro e d’argento, donati dalla regina Teodolinda alla fondazione della chiesa longobarda, e da Papa Gregorio Magno al battesimo del figlio Adaloaldo (603). Un tesoro che si è arricchito nel tempo con ulteriori donazioni da parte di importanti regnanti e uomini di chiesa.

 

GALLERIA