La storia, i ricordi, i protagonisti del “primo teatro al mondo”

Il Museo Teatrale alla Scala nacque un secolo fa accanto al Teatro che Stendhal definì “il primo al mondo“. Luogo ricco di fascino e storia, di cimeli e testimonianze, di strumenti musicali, di ritratti di compositori e di cantanti, attraverso cui ripercorrere la storia della Scala, le curiosità legate al mondo del melodramma, i successi e la gloria dei suoi protagonisti dal Settecento ai giorni nostri. Un percorso affascinante fra le ricche sale del Museo Teatrale, arredate come un’antica nobile dimora, attraverso cui si accede al Foyer Toscanini e ai palchi da cui affacciarsi per ammirare il teatro.

In questi mesi nelle sale del Museo è allestita una mostra – “Nei Palchi della Scala” – che racconta l’evoluzione del pubblico scaligero dalla fondazione del Teatro (1778) al Novecento, quando i nobili proprietari dei palchi vennero espropriati per diventare più semplicemente abbonati.  Una storia interessante e curiosa che rivela usi e costumi della società milanese dei secoli passati che elesse la Scala come cuore della mondanità, nel risorgimento come luogo di discussione politica nel segreto dei palchi, sempre come cuore pulsante della cultura della città.

“Piove, nevica fuori dalla Scala? Che importa. Tutta la buona compagnia è riunita in centottanta palchi del teatro” (Stendhal)

GALLERIA