LA CERTOSA DI GAREGNANO
Fede, storia e leggende
Precedente
Successivo

LA CERTOSA DI GAREGNANO

Fede, storia e leggende

La Certosa di Garegnano, un tempo in aperta campagna, è uno di quei luoghi che ha mantenuto intatto il suo fascino e la sua aura spirituale, nonostante la città moderna le sia cresciuta tutta intorno in modo caotico.
La sua storia affonda le radici nel 1349, quando il vescovo Giovanni Visconti ne promosse la fondazione per “liberarsi” dall’obbligo della preghiera, imponendo ai monaci di svolgere questo dovere al posto suo. La chiesa fu nei secoli rimaneggiata e il volto che oggi presenta è quello
della fine del XVI/XVII secolo, con classiche reminiscenze e qualche concessione al manierismo. Al suo interno preziosi affreschi rivestono ogni superficie muraria, tanto da far definire la Certosa la “Cappella Sistina” di Milano. Fra i maestri che hanno contribuito all’impegnativo ciclo decorativo domina Daniele Crespi che, meglio di altri, ha saputo trasferire nella sua pittura lo spirito riformato tridentino. Lord Byron rimase affascinato dai suoi affreschi e lo definì “pittore che sa far parlare i morti”.
Storia, arte, ma anche molte leggende cupe sono legate alla Certosa di Garegnano, ad esse si presta orecchio con sorridente ironia, considerata l’atmosfera di pace che regna in quest’angolo di Milano.

📆 Date DISPONIBILI

💷 Costo

  • Intero € 15,00

    Visita guidata € 15,00 inclusa Offerta alla Certosa

⏱ Durata

La durata della visita guidata è di circa 2 ore

🏁 luogo di incontro

via Garegnano 28, Milano
all’ingresso della Certosa

✏note

  • Il gruppo è composto da massimo 25 persone
  • Servizio di microfonaggio incluso nella visita
    È consigliabile portare con sé un proprio auricolare
  • Non è più un obbligo l’utilizzo di mascherina chirurgica o superiore, ma consigliabile in caso di visite in interni dove ci può essere affollamento

Ti è piaciuta la visita guidata?

Lascia la tua recensione, sarà utile per migliorare le nostre proposte!

5 Recensioni
Inline Feedbacks
View all comments

Visita interessante e piacevole, come sempre accade con Artema che ci porta a scoprire gli angoli più belli, anche tra quelli meno noti, della nostra città e non solo.
Grazie a tutto lo staff!
Luciana