Quattro giorni per un itinerario d’arte che sarà anche una esperienza unica dalle forti emozioni, a contatto con il mare, il vento, la natura, immersi nelle atmosfere rarefatte immortalate dalla pittura impressionista e dagli artisti del primo Novecento.

La Costa Azzurra e la Provenza sono una terra affascinante, con un mare splendido, con cittadine dalle strade pittoresche e dai colorati mercatini d’artigianato… luoghi magici che hanno ispirato pittori, scrittori e registi cinematografici. Un magia che si fa ancora più unica andando per mare a bordo di un catamarano, facendosi cullare dall’azzurro mare del Midi per raggiungere quei luoghi dal fascino eterno, cui gli artisti hanno dato voce con il loro pennello e con la loro sensibilità. Nizza, Cannes, Antibes… ma anche l’entroterra della Costa Azzurra dalla natura incontaminata, dai meravigliosi paesaggi, dai profumi e dalle atmosfere sognanti che circondano le piccole cittadine medievali arroccate sulle colline, come Haut de Cagnes (borgo antico di Cagnes-sur-Mer), Vallauris, Saint Paul de Vence…

PROGRAMMA

1° GIORNO

Milano – Golfe Juan – Vallauris

 

Partenza dalla Stazione Centrale di Milano con Treno Thello n°141* delle ore 7.10 diretto a Nizza con posti riservati in prima classe.
Arrivo alla Stazione di Nice Ville alle ore 11.52 dove Vi accoglierà Marina Fassera per iniziare le visite culturali.

*Ferrovie dello Stato Italiane e Veolia Transport Rail sas, società nata nel 2010 per gestire i servizi ferroviari di lunga percorrenza tra Italia e Francia

 

Trasferimento con mezzo privato a VALLAURIS sulla collina dell’entroterra per visitare Il Castello, ex priorato dell’Abbazia di Lérins, ricostruito nel XVI secolo, uno dei pochi edifici rinascimentali della regione, che ospita il MUSEO NAZIONALE PICASSO, “LA GUERRE ET LA PAIX”, IL MUSEO MAGNELLI ED IL MUSEO DELLA CERAMICA. Vallauris è cittadina famosa per la produzione di ceramica, in ogni strada botteghe e negozi espongono i pregiati manufatti. Qui PICASSO trascorse alcuni anni della sua vita modellando sculture in argilla, cotte nelle fornaci di Vallauris, qui lasciò una delle sue opere più celebri: “LA GUERRE ET LA PAIX,” dipinta nel 1952 nella Cappella del Castello di Vallauris, esprime la tragedia della recente guerra –memore di “Guernica” – e la rinascita della vita in ogni sua forma.

Al termine rientro al porto di Golfe Juan, aperitivo di benvenuto a bordo del catamarano e cena presso un ristorante caratteristico (Menu à la carte).

Rientro e pernottamento nelle cabine assegnate.

 

2° GIORNO

Golfe Juan – Cagne-sur-Mer – Nizza

 

Dopo la prima colazione, trasferimento con mezzo privato a CAGNES-SUR-MER, località situata tra la costa e le Alpi Marittime. Visita alla CASA-MUSEO RENOIR (Haut de Cagnes) immersa nell’uliveto che l’artista acquistò per salvarlo dall’abbattimento e dove fece costruire la sua dimora tra il verde della natura e l’azzurro del mare.

Renoir, uno dei pittori impressionisti più amati, trascorse anni felici a Les Collettes circondato dall’affetto dell’adorata Aline e dei tre figli, Pierre, Jean e Claude, visitato dai mercanti d’arte Vollard e Durand-Ruel. Nonostante la malattia lo inchiodasse alla sedia rotella, “reliquia” che nella casa evoca la presenza del Maestro, continuò a dipingere fino alla fine della sua vita, immortalando con il suo pennello la fattoria e gli ulivi della sua proprietà che vedeva dalla grande finestra del suo atelier.

Al termine trasferimento a NIZZA per il pranzo libero e per la visita al MUSEO MATISSE e al MUSEO CHAGALL entrambi ubicati sulla collina di Cimiez.

In questo luogo di grande fascino con ricche dimore di fine secolo, disseminato di testimonianze romane (Augusto stabilì qui il capoluogo delle Alpes Maritimae) immerse nel verde del giardino, un tempo antico orto del Monastero che sorge in cima alla collina, si trova il MUSEO MATISSE realizzato all’interno di una villa genovese del Seicento. Matisse giunse a Nizza nel 1917 per curare una bronchite, non lascerà mai più questo luogo “dai grandi riflessi colorati e la luminosità del giorno” fino alla morte che lo colse nel 1954. L’artista è sepolto nel cimitero dietro il giardino di Cimiez. Nel museo a lui dedicato, un percorso fra le opere pittoriche, e non solo, che offre una visione completa dell’iter artistico del grande Maestro.

A seguire visita al MUSEO CHAGALL, edificio moderno ricco di luce perfettamente integrato con il verde del giardino che lo circonda, voluto dall’artista per raccogliere le grandi ed affascinanti tele del Messaggio Biblico.

Inaugurato da Chagall stesso nel 1973 (caso unico di un museo dedicato ad un artista vivente!) è un luogo quasi spirituale dove, secondo le parole del Maestro “i giovani e i meno giovani potranno cercare un ideale di fraternità e di amore così come i miei colori e le mie linee l’hanno sognato”.

La lunga giornata dedicata all’arte si conclude con una passeggiata ad ANTIBES, piccolo angolo di paradiso che si staglia sul mare di un intenso azzurro, dominato dalla mole di Palazzo Grimaldi, un castello di antichissime origini, e dalla rocca medievale. Il fascino provenzale è rimasto intatto nelle piazze e nelle strade con le botteghe che espongono i prodotti tipici locali: un’esplosione di profumi, sapori, colori.

Cena in un ristorante tipico situato tra la vecchia Antibes dal sapore provenzale e il porto (Menu à la carte).

Rientro a Golfe Juan per il pernottamento.

 

3° GIORNO

Golfe Juan – Îles de Lérins – St. Paul de Vence

 

Dopo la prima colazione, cullati dalle onde del Mediterraneo, dedichiamo parte della giornata ad un’escursione storico-naturalistica a bordo del nostro catamarano: meta le Isole di Lerino, piccolo arcipelago situato di fronte a Cannes. L’ISOLA DI SANTA MARGHERITA è la più grande, ricoperta da boschi di eucalipto, la sua storia si mischia ad antiche leggende, tra cui quella del misterioso prigioniero che, nell’austera e imponente fortezza, portava una “maschera di ferro” che ne celava l’identità. Della storia di quest’uomo si interessarono Voltaire e Dumas padre che scrisse il romanzo Il visconte di Bragelolle, a cui si ispirarono numerosi film. Al termine delle sue ricerche Voltaire concluse che quell’uomo misterioso doveva trattarsi del fratello gemello (o di un fratellastro) di Luigi XIV, la cui esistenza sarebbe stata occultata per evitare contestazioni sul diritto al trono.

La seconda isola dell’arcipelago è l’ISOLA DI SANT’ONORATO, che porta il nome del santo di Arles che qui fondò nel IV secolo un monastero. Il monastero è l’unica presenza in questa isola grazie ad una comunità cistercense che tiene viva la spiritualità di questo luogo, immerso fra l’azzurro profondissimo del mare e il verde di un terra fertile coltivata a vigneto.

Terminata l’escursione, trasferimento a ST. PAUL DE VENCE per la cena in un ristorante (Menu à la carte) caratteristico in una piazza tipicamente provenzale che si affaccia sulle verdi colline. St. Paul è magica, uno dei villaggi più belli della Provenza, arroccato tra le alture delle Alpi Marittime, lassù dove le incursioni saracene che venivano dal mare non sarebbero potute arrivare, ha conservato intatto il borgo medievale, così come il sapore e l’atmosfera provenzale fra piazzette, stradine lastricate, case di pietra, botteghe artigiane e atelier di artisti.

Rientro a Golfe Juan per l’ultimo pernottamento in catamarano.

 

4° GIORNO

Golfe Juan – St. Paul de Vence FONDAZIONE MAEGHT – Nizza – Milano

 

Dopo la prima colazione, trasferimento a ST. PAUL DE VENCE per la visita alla FONDAZIONE MARGUERITE E AIMÉ MAEGHT. Luogo meraviglioso, architettura moderna che si apre alla natura e si fonde perfettamente nel verde di un’area boschiva, ai piedi della collina di St. Paul. Un sito fortemente voluto dai due coniugi, lungimiranti collezionisti, per ricordare un figlio prematuramente morto e per ospitare le opere dei maggiori artisti del Novecento da Bonnard, Braque, Léger, Chagall, Alberto Giacometti, a Calder e Mirò.

Dopo il pranzo libero, si scende a Nizza per raggiungere la stazione: partenza con treno Thello alle ore 14.08 con posti riservati in prima classe; arrivo a Milano Stazione Centrale alle ore 18.50.

 

N.B. Tutte le visite/escursioni previste nel programma sono garantite, potrebbero altresì essere organizzate in ordine diverso in rapporto agli orari di apertura dei siti/musei e alle condizioni meteo (per escursioni in catamarano).

CONSIGLI PER IL SOGGIORNO ED EQUIPAGGIAMENTO IN CATAMARANO

Il catamarano è un’imbarcazione ideale per un soggiorno di più giorni perché stabile e dotato di spazi vivibili e confortevoli in esterno e all’interno, diversamente da altri natanti a vela. Ciononostante le cabine – con letti matrimoniali e bagno privato – non hanno l’ampiezza di una stanza d’hotel o di un alloggio su navi da crociera, per questo si consiglia di ridurre il bagaglio e di scegliere un opportuno e comodo abbigliamento.

Si sconsiglia l’uso di trolley e valigie rigide, meglio utilizzare borse morbide che vengono facilmente stivate negli appositi spazi nelle cabine. Le cabine sono dotate di piccoli armadi per appendere giacche e vestiti, nonché di cassettiere per la biancheria.

Lenzuola, coperte, asciugamani sono compresi nella fornitura di bordo.

Ogni cabina ha un proprio bagno composto da wc, lavabo, doccia con acqua calda.

In catamarano è indispensabile utilizzare scarpe da barca, o similari, con suole bianche e, soprattutto, scarpe che non siano state usate a terra.

Il catamarano è dotato di una cambusa con bevande e snack dolci e salati a disposizione dei passeggeri.

 

GALLERIA

INDIETRO