Tremezzo, Bellagio e Varenna. Le perle del Lago di Como

Escursione accompagnata da Marina Fassera e Paolo Rotticci

PROGRAMMA DELLA GIORNATA

Tra i laghi lombardi il Lario spicca per la varietà degli scorci dovuti alla forma allungata e bipartita in due rami meridionali, oltre che alla varietà delle montagne in cui è incastonato, qua e là verticali, altrove dolci e aperte a pianori.
In questo contesto naturale privilegiato, l’uomo si è insediato costruendo splendidi paesini di pescatori, con le case dalle facciate colorate e viuzze acciottolate che si aprono lungo le rive soleggiate del lago. Grazie al clima e al paesaggio, il Lario, nelle sue sponde che fanno capo a Como e a Lecco, è stato apprezzato sin dall’antichità dall’aristocrazia quale luogo di svago e ristoro per anima e corpo.
In particolare l’Ottocento ha lasciato alcune importanti residenze di particolare eleganza, sia per gli edifici, sia per i meravigliosi giardini arricchiti da piante floreali rare e profumate. Il terreno collinare, il clima mite, la brezza fresca e pulita sono stati il contesto ideale per la crescita di numerose essenze di azalee, rododendri, camelie, magnolie, oltre ad altre varietà arboree e di sottobosco. In primavera, momento di massima fioritura di queste specie, è un tripudio di colori e profumi: aiuole fiorite formano veri e propri tappeti sgargianti e cangianti dominati dai toni di viola, rosa, rossi…  
Per gustare appieno la bellezza dei giardini, le nobili dimore, e il contesto naturalistico in cui essi si trovano, proponiamo un itinerario che da Tremezzo, ramo di ponente del Lago di Como, si snoda al cuore del bacino lacustre, nella punta di Bellagio, sino al lato di levante a Varenna.  Spostandoci da una località all’altra, da una sponda all’altra, in battello si ammireranno le varie angolature, gli scorci più suggestivi del Lago.

Le ville che visiteremo sono le vere perle del Lario.

MATTINA

VILLA CARLOTTA a TREMEZZO. Superba dimora neoclassica arricchita dalle opere di Thorvaldsen, Canova e Hayez, al centro di un lussureggiante giardino che annovera sino a 150 varietà di azalee, camelie e una miriade di essenze arboree, fra cui cedri e sequoie secolari, platani immensi e piante esotiche. Una festa per gli occhi e per lo spirito essere immersi nel verde di un parco punteggiato dai colori meravigliosi delle aiuole fiorite e profumate. Dalle sale della villa si gode di uno scenario mozzafiato sulle vette delle Grigne e sulla punta del Lago dove si adagia Bellagio.

Trasferimento a Bellagio con battello di linea.
Tempo a disposizione per il pranzo libero.

POMERIGGIO

BELLAGIO suggestivo borgo posto al vertice del cosiddetto Triangolo Lariano, alla base del promontorio che divide il lago nei rami di Como e di Lecco, nell’Ottocento divenne una delle più famose e signorili mete di soggiorno, per il suo contesto ambientale e naturalistico di grande fascino. Numerose le eleganti residenze gentilizie fra cui la spettacolare VILLA MELZI. La villa, la cappella e la serra degli aranci, oggi allestita a museo storico, sono una splendida espressione di stile neoclassico, e come tali dichiarati monumento nazionale. La Villa non è visitabile perché tutt’ora abitata, ma il parco è aperto ai visitatori che possono godere della meraviglia di un giardino all’inglese incastonato tra il blu del lago e i verdi pendii delle colline intorno. Radure a prato alternate ad arbusti e piante definiscono spazi esotici, come il laghetto giapponese o la moresca coffe house, sino alle sfingi egizie che qua e là compaiono tra le macchie verdi. Uno spettacolo!

Terza e ultima tappa VILLA MONASTERO a VARENNA, altro incantevole villaggio di pescatori.
La Villa è una rara casa museo di 14 sale, il nome deriva da un antico convento femminile del XII secolo. La famiglia Mornico lo acquistò nel Seicento trasformandolo in residenza patrizia.
Al suo interno si sono perfettamente conservati i ricchi arredi, opere d’arte e le collezioni dei diversi proprietari. Tutt’intorno un meraviglioso giardino botanico dagli scorci suggestivi affacciati sul lago costellati da numerose essenze arboree esotiche e locali.

A Varenna nel tardo pomeriggio troveremo il nostro pullman che ci riporterà a Milano.
Rientro previsto per le ore 20.00 circa.

GALLERIA

INDIETRO