Milano Mostre – Palazzo Reale

Se tutte le tappe della mia vita potessero essere rappresentate come punti su una mappa e unite con una linea, il risultato sarebbe la figura del Minotauro.
Pablo Picasso, Minotauromachia (1935)

Pablo Picasso, il genio dell’arte del XX secolo, torna a Palazzo Reale in una mostra diversa da quelle che lo hanno visto protagonista nelle esposizioni degli ultimi anni. In un emozionante percorso scandito in sezioni tematiche, sono esposte le sue opere che guardano al mito, all’antichità trasfigurata, ma mai persa di vista, opere in bilico tra la tensione verso linguaggi visivi nuovi e i codici della cultura classica in cui è radicato: perché Picasso in fondo ha utilizzato il repertorio mitologico classico per far trasparire i grandi temi della modernità. Attraverso Minotauri, fauni, centauri, cortei bacchici, emergono i temi cari all’artista: la corrida, la guerra, l’ebbrezza, la passione e l’eros. Sono i temi che vedono al centro l’uomo, antico e moderno, la sua lotta contro il male, il suo sentimento estremo di fronte alla brutalità della guerra.

In mostra oltre 200 opere tra i lavori di Picasso, dipinti, sculture, incisioni, e opere d’arte antica  cui il grande maestro si è ispirato, che provengono dai più importanti musei francesi e dal Museo Picasso di Barcellona. Sei le sezioni: Mitologia del Bacio: Ingres, Rodin, Picasso; Arianna tra Minotauro e Fauno; Alla Fonte dell’Antico – Il Louvre; Le “Demoiselles” del Dyplon: tra greci, etruschi e iberici; L’antichità delle metamorfosi; Antropologia dell’antico.

 

GALLERIA

INDIETRO