La “città che sale” tra passato e presente

Porta Garibaldi e Porta Nuova: la storia antica e la storia recente di due quartieri confinanti, un tempo periferici, oggi parte di un centro che va ampliandosi senza soluzione di continuità. In una piacevole passeggiata andremo toccando con mano le contraddizioni, risolte o meno, di due mondi fortemente contrastanti, che si sono trovati a convivere l’uno accanto all’altro. Da un lato, Porta Garibaldi che, nonostante la recente trasformazione in zona della “movida” milanese, conserva il volto della vecchia Milano popolare delle case di ringhiera, dei cortili affollati di botteghe, delle strade un tempo percorse da cavalli e carretti. Dall’altro, Porta Nuova che, con i suoi spettacolari grattacieli, rappresenta la Milano perfetta e audace che ha preso posto laddove il degrado delle industrie di inizio Novecento dismesse e smantellate, aveva imperato per decenni.
Due mondi a loro modo recuperati alla vita dei milanesi: il passato tornato a galla in una dimensione diversa, il nuovo all’insegna di un’urbanistica e un’edilizia polifunzionale ed ecosostenibile, caratteristiche imprescindibili per il presente e il futuro della città.

GALLERIA