Un tempo antico feudo divenuto poi borgo agricolo dedito all’attività della coltivazione del gelso per gli stessi Sforza e soprattutto per Lodovico il Moro in persona, Affori diventa un importante e ben frequentato luogo di villeggiatura della nobiltà milanese nel XVII sec. Passeggiando assieme tra le strette vie del quartiere si riscopre ancora oggi la sua anima storica, le tracce medievali e rinascimentali, la bellissima Villa Litta, antico gioiello del 1600, e la leonardesca pala della “Vergine delle Rocce” conservata nella chiesa di Santa Giustina fino alle particolari serrande dei negozi  dipinte a narrarci le antiche arti e i mestieri del borgo.

GALLERIA

0 Recensioni
Inline Feedbacks
View all comments