Il fascino e la suggestione di un gioiello rinascimentale

La Cappella Portinari, rappresenta un unicum nella Milano del secondo Quattrocento. Ispirata al modello brunelleschiano fiorentino della Sacrestia Vecchia di San Lorenzo, forse essa stessa progettata da un maestro toscano, la Cappella è un meraviglioso sacello le cui pareti sono rivestite dagli affreschi dai colori luminosi di Vincenzo Foppa, che narrano le storie di San Pietro Martire, le cui spoglie riposano al centro della Cappella, nella fastosa Arca finemente scolpita nel marmo di Carrara da Giovanni di Balduccio da Pisa. Uno splendore nello splendore!
La visita non si ferma certo qui, perchè la Cappella Portinari venne costruita nell’antica Chiesa di Sant’Eustorgio che per secoli fu meta di pellegrini che qui si recavano per venerare le reliquie dei Re Magi contenute in un enorme sarcofago. Racconteremo la storia della Basilica e la storia dei Magi, che si confonde con la leggenda. Racconteremo di come le preziose reliquie arrivarono a Milano, di come purtroppo i corpi vennero trafugati …  Passeggeremo nelle navate della Chiesa, che conserva opere d’arte preziose, e scenderemo nel sottosuolo alla scoperta dell’antica necropoli.

GALLERIA