Quando la Storia e le Storie si intrecciano

La visita oltre a farci scoprire la storia, l’architettura della mastodontica Stazione Centrale nel suo stile Déco e nel suo retorico bagaglio decorativo del Regime, a cui dedicheremo la prima parte del nostro percorso, ci porterà nelle pieghe di un passato terribile, che vide questo luogo di arrivi e partenze diventare protagonista, suo malgrado, di un dolore e di una disperazione inauditi.
Tra il mese di dicembre del 1943 e il mese di gennaio del 1945 partirono dal cosiddetto “Binario 21” della Stazione Centrale di Milano 23 convogli diretti ai campi di concentramento di Auschwitz, di Bergen-Belsen, di Ravensbrück e di Flossenbürg. I deportati erano principalmente ebrei, prigionieri politici, partigiani e lavoratori antifascisti. Per non dimenticare, nel 2013 è stato aperto al pubblico il “Binario 21” che è Memoriale della Shoah. Situato di fronte al palazzo delle ex Regie Poste, ha lo scopo di «…realizzare un luogo di memoria e un luogo di dialogo e incontro tra religioni, etnie e culture diverse…».
Con tutto il rispetto che questo luogo merita e la sacralità insita in una memoria tanto lacerante, ci faremo accompagnare nel racconto di quanto avvenne in quel tempo del nostro passato recente, per ricordare gli orrori di cui è capace l’uomo.

GALLERIA