Arte e spiritualità nel periodo dell’Avvento

Viaggio curato e accompagnato dalla storica dell’arte Marina Fassera
Organizzazione tecnica Frigerio Viaggi s.r.l.

 

Laudato sie, mi’ Signore cum tucte le Tue creature,
spetialmente messor lo frate Sole,
lo qual è iorno, et allumini noi per lui.
Et ellu è bellu e radiante cum grande splendore:
de Te, Altissimo, porta significazione”
San Francesco d’Assisi, Laudes Creaturarum

“Italia terra di santi e poeti” … L’Umbria ne è testimone. In questa regione meravigliosa, nel cuore dell’Italia, sono nati grandi mistici e religiosi: San Francesco di Assisi, San Benedetto da Norcia, il beato Jacopone da Todi, Santa Chiara e Santa Rita da Cascia.
Santi e poeti… Francesco, che diede vita ad una vera rivoluzione nel pensiero cristiano, componendo il “Cantico delle Creature”, una lode a Dio che è un inno alla vita, ha scritto quella che è considerata la prima opera della letteratura italiana in lingua volgare. Jacopone è stato uno dei più importanti poeti del Medioevo. E che dire di San Benedetto? Fondatore dell’ordine religioso che porta il suo nome, scrisse la madre di tutte le regole monastiche, la Regola di San Benedetto, stigmatizzata nell’ “ora et labora”…
In un percorso a ritroso nel tempo assaporeremo lo spirito che aleggia intatto dal Duecento ai nostri giorni nelle strade attraversate per secoli da pellegrini, nei monumenti, nelle cittadine inerpicate sui verdi colli umbri. Visiteremo chiese dall’aspetto severo che al loro interno rivelano il fulgore dei colori di affreschi e vetrate: opere con le quali gli artisti hanno edificato l’uomo avvicinandolo a Dio e che, ancor oggi, ammiriamo con un meraviglioso stupore.
L’Umbria, terra mistica per eccellenza, meta prediletta di pellegrini e viaggiatori, ha saputo costruire e mantenere un rapporto intimo ed esclusivo con la natura, il paesaggio, i capolavori dei grandi maestri della pittura: Giotto, Perugino, Pinturicchio…
Nel tempo dell’Avvento, il tempo dell’attesa, un viaggio in questa terra assume un valore diverso: è un ritorno ad emozioni che catturano l’anima, che rievocano ricordi talvolta lontani, che danno corpo allo spirito più autentico del Natale. Non è un caso che proprio qui, in questa terra, Francesco diede vita al primo Presepe, un Presepe vivente, nella notte di Natale del 1223. Ci faremo cullare dalla magica atmosfera natalizia, fra luci, gioia, speranza…

 

PROGRAMMA

GIOVEDI’ 5 DICEMBRE

PARTENZA CON PULLMAN GTL PRIVATO

Arrivo a PERUGIA previsto nel tardo pomeriggio.
Durante il viaggio si effettueranno soste lungo l’autostrada e si farà tappa ad AREZZO
Tempo a disposizione ad Arezzo in centro città per il pranzo libero
A seguire visita guidata alla città

Arezzo sorge su una collina nella Toscana orientale a ridosso dell’Appennino Tosco-Romagnolo. Vanta un’origine antichissima: fu una delle maggiori città etrusche e successivamente una strategica città romana. La parte più elevata della città conserva l’aspetto medievale, dominata dalla Cattedrale e dalla Fortezza Medicea.
All’interno della gotica Cattedrale, pregevoli opere d’arte tra le quali la Maddalena di Piero della Francesca e le vetrate istoriate di Guillaume de Marcillat. Piero, astro luminoso del Rinascimento, nella Chiesa di San Francesco dipinse un capolavoro assoluto: il ciclo di affreschi dedicati alla Leggenda della Vera Croce. Al centro della città Piazza Grande dove si elevano torri medievali, l’imponente Loggiato Vasariano, una delle più interessanti opere architettoniche rinascimentali, il Palazzo della Fraternita dei Laici, bell’esempio di sintesi di architettura gotica e rinascimentale e l’abside della Pieve di Santa Maria.  E’ in questa piazza che a giugno e a settembre si organizza la Giostra del Saracino, rievocazione di un torneo cavalleresco di origini medievali. Infine, nella Basilica di San Domenico, semplice costruzione a navata unica, si conserva la croce dipinta di Cimabue, opera giovanile dell’artista. Molte altre chiese e palazzi, fra cui la Casa del Vasari, testimoniano l’ importanza della città che, ricordiamolo, diede i natali a Petrarca  (1304).

Al termine trasferimento a PERUGIA e sistemazione in HOTEL SANGALLO PALACE****
Il SANGALLO PALACE è un elegante hotel 4 stelle, situato in centro storico a Perugia.
Cena libera

VENERDI’ 6 DICEMBRE

Prima colazione in Hotel

Visita guidata alla città per l’intera giornata in un percorso che ci farà conoscere le origini etrusche di Perugia, lo splendore medievale e rinascimentale attraverso i monumenti più significativi, ma anche attraverso aspetti meno noti al di fuori dei circuiti turistici più battuti.

Errando per queste vie complicate, scoscese, gibbose, fra queste erte gallerie, dai mattoni sconnessi, solcate da cordoli per frenare i piedi, in mezzo a questi strani edifici…
(H.A. Taine, Voyage en Italie, I, Parigi 1866)

 

Perugia è un gioiello prezioso. Il suo aspetto e il ritmo di vita è quello di un piccolo borgo medievale fortificato, perfettamente coniugato con una vita intensa e vivace, grazie alla presenza di una delle più antiche Università e alla maggiore Università per stranieri d’Italia.
La città ha origini antiche, con l’avvento degli Etruschi divenne una città-stato fra le più importanti con il nome di Perusna. Di questo tempo si conservano testimonianze ragguardevoli: dall’Arco Etrusco, che è la più grande e monumentale delle porte di accesso alla città vecchia, alle mura, al pozzo etrusco che fu fonte di approvvigionamento idrico di tutta la città.
Ma il volto più noto di Perugia è quello forgiato nel Medioevo con le torri, le chiese, i palazzi, la Piazza IV Novembre che è il centro monumentale e sociale della città. Sulla piazza si trovano la Cattedrale di San Lorenzo, il Palazzo dei Priori e la splendida Fontana Maggiore, opera di Nicola e Giovanni Pisano. Nelle formelle di pietra bianca e rosa, i Pisano hanno scolpito un calendario figurato legato ai lavori agricoli, accanto a storie bibliche e mitologiche.
Al Cinquecento risale la  spettacolare Rocca Paolina. Imponente fortezza voluta da papa Paolo III Farnese alla fine della “guerra del sale” (1540), fu progettata da Antonio da Sangallo il Giovane su  cinque livelli e fu costruita inglobando parte delle case, torri e strade, di un intero quartiere – ancora oggi percorribile all’interno – e in parte abbattendo le case dei Baglioni, del borgo di Santa Giuliana, della chiesa di Santa Maria dei Servi e di molti altri edifici medievali presenti nel sito.
Dell’antico assetto rimangono i sotterranei del palazzo papale, luogo di straordinaria suggestione,  non ancora tornato alla luce nella sua interezza.
Lungo il Corso Vannucci, l’asse principale della città, si affacciano importanti palazzi, fra cui Nobile Collegio della Mercanzia e il Nobile Collegio del Cambio, che visiteremo, così come non mancheremo di visitare la Galleria Nazionale dell’Umbria, che conserva capolavori di Perugino, Pinturicchio, Piero della Francesca, Beato Angelico… solo per citare i nomi più famosi. L’ingresso è collocato nell’atrio del Palazzo dei Priori dove si custodiscono le sculture originali del Grifo e del Leone, simboli di Perugia.

Nel corso delle visite si avrà il tempo a disposizione per il pranzo libero
Al termine delle visite rientro libero in Hotel

 

SABATO 7 DICEMBRE

Prima colazione in Hotel

Escursione con il nostro pullman ad ASSISI/SPELLO/SPOLETO

ASSISI è una città che ti entra nel cuore per la spiritualità che sprigiona, nonostante i tanti visitatori che affollano le sue strade medievali. In ogni luogo si respira la santità della città dove Francesco nacque, visse e morì. La città dove fece proseliti, dove diede vita ad un ordine dedito alla testimonianza viva e intensa del Vangelo. Una mattina dedicata a Francesco, all’uomo e al Santo. Visiteremo la Porziuncola, piccola chiesa sita all’interno della Basilica di Santa Maria degli Angeli, dove Francesco comprese la sua vocazione e dove accolse Chiara e i primi frati. Varcheremo la soglia della Basilica dedicata a Francesco, dove il Santo riposa, e dove magistralmente Giotto  ne raccontò con il suo pennello la storia. La Basilica è un capolavoro che sprigiona emozioni profonde: sobria la sua architettura, meraviglioso il manto di affreschi che riveste la chiesa superiore e inferiore.
La visita alla città prosegue con la Basilica di Santa Chiara, la Piazza del Comune con gli eleganti palazzi pubblici (Palazzo dei Priori, Palazzo del Capitano del Popolo, Torre del Popolo) e il tempio romano di Minerva.
Nel 2000 Assisi è stata inserita nella lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità come esempio unico di continuità storica di una città-santuario dalle sue origini umbro-romane e medioevali fino ad oggi.

La giornata proseguirà alla volta di SPOLETO con una sosta a SPELLO, incantevole cittadina annoverata fra i Borghi più belli d’Italia, domina la valle alle pendici del Monte Subasio. 
Spello ebbe antiche origini romane di cui rimangono testimonianze e reperti, il suo volto attuale è quello di una cittadina medievale arroccata con strette e suggestive viuzze, case di pietra e chiese che mantengono il volto antico. Il monumento più prestigioso è la Collegiata di S. Maria Maggiore ricca di preziosi dipinti del Perugino e del Pinturicchio. Quest’ultimo nella Cappella Baglioni ha lasciato uno splendido ciclo di affreschi con Storie dell’Infanzia di Cristo, minuziosamente descritte, come nella consuetudine del pittore, dai colori vivaci, emozionanti e vive narrazioni commissionate da un membro dei Baglioni, signori di Perugia, a ricordare il trionfo di una fazione familiare sull’altra a seguito di una terribile faida interna  passata alle cronache come “le nozze di sangue”
SPOLETO, famosa per il Festival dei due Mondi, è una città ricca di storia e arte. Fu capitale del Ducato Longobardo, contesa nel Medioevo dal papato e dall’imperatore, subì distruzioni dovute a terremoti e conflitti fra guelfi e ghibellini, si riscattò nel Rinascimento trasformandosi progressivamente da centro strategico a centro culturale.

“Spoleto è la scoperta più bella che ho fatto in Italia […], c’è una tale ricchezza di bellezze pressoché sconosciute, di monti, di valli, foreste di querce, conventi, cascate!”  (Herman Hesse)

Tempo libero per il pranzo in corso di escursione
Al termine delle visite rientro a Perugia
Cena in ristorante caratteristico a Perugia con menù tipico

 

DOMENICA 8 DICEMBRE

Prima colazione in Hotel e check out

Mattina a disposizione per visite individuali e visita guidata allo STUDIO DI VETRATE ARTISTICHE MORETTI CASELLI
Lo Studio di Vetrate Artistiche Moretti Caselli è una vera “chicca”. Un luogo unico, uno studio d’artista rimasto intatto dalla metà dell’Ottocento con documenti eccezionali, vetrate, progetti, dipinti, attrezzi del mastro vetraio, colori, libri, maquettes …, inseriti in un ambiente affascinante e incredibilmente vivo. Lo Studio Moretti ha continuato di generazione in generazione l’attività del fondatore, Francesco Moretti, utilizzando i segreti dell’arte vetraria antica, facendo tesoro del patrimonio di conoscenze tramandate.

Dopo pranzo, partenza da Perugia con il nostro pullman GTL alla volta di Milano
Arrivo previsto per le ore 20.30 circa.

Per tutte le visite utilizzeremo il sistema audio-microfonico per seguire al meglio le spiegazioni della guida
Tutte le visite sono garantite, potranno eventualmente subire variazioni nello svolgimento in rapporto a vincoli di orari o similari

GALLERIA