L’incanto della Reggia di Venaria Reale fra luci, suoni, arte in una sera d’estate

Escursione accompagnata dagli storici dell’arte Marina Fassera e Davide Cabodi

Tutto il fascino e la magia di un luogo splendido, quale la Reggia di Venaria Reale, in una calda serata estiva dove uniremo il piacere dell’arte, al piacere dello spettacolo di suoni e luci che rivestono la sontuosa dimora e il suo magnifico giardino. In una scenografica messa in scena con la tecnica del videomapping sulla facciata della Galleria Grande, il fascino barocco della Reggia, mentre gli zampilli della Fontana del Cervo si muovono al suono della musica e i giardini si trasformano in un inconsueto palcoscenico naturale per performance ed installazioni originali.
Il tutto arricchito dalla visita alle sale del Palazzo dove rivive la vita di corte, il teatro e la magnificenza della dinastia sabauda attraverso opere, arredi e preziose e rare testimonianze: nella Scuderia Juvarriana – uno degli spazi architettonici più imponenti della Venaria e del barocco europeo – lo spettacolare BUCINTORO, fatto realizzare a Venezia nel Settecento, oggi unico esemplare originale rimasto al mondo, presentato in un allestimento nuovo ed inedito con filmati, luci e musiche originali e con la celebre imbarcazione “armata” per intero con albero, remi e vele.

E, per non farci mancare nulla in questa serata piena ed emozionante, due appuntamenti imperdibili.

Nella Citroniera Juvarriana un’imponente video-installazione dedicata a CARAVAGGIO propone l’opera dell’artista attraverso un sofisticato sistema di multi-proiezione a grandissime dimensioni, con musiche suggestive: una vera e propria “immersione” nella la luce, nel naturalismo, nella teatralità, nella violenza dell’arte del maestro del Seicento. Un viaggio ideale che anticipa quanto vedremo in autunno a Milano, nella mostra di Palazzo Reale.
Mentre nelle Sale delle Arti, ci delizieranno i dipinti del Maestro incontrastato della Belle Époque: GIOVANNI BOLDINI. Una mostra a lui dedicata ripercorre la vita e la carriera dell’artista attraverso le opere nelle quali ha esaltato la bellezza femminile, svelando l’anima più intima e misteriosa delle nobili dame dell’epoca, trasformandole in “fragile icone” protagonista di un tempo felice, che in nuce conteneva già le contraddizioni che sarebbero poi esplose nella Grande Guerra

Per assaporare e sfruttare appieno questa occasione unica, giunti al borgo di Venaria Reale intorno alle 19.30, lasceremo del tempo libero per una cena frugale prima di tuffarci nelle atmosfere uniche della Reggia.

Partenza da Venaria Reale intorno alle 23.30 – rientro a Milano previsto per le 01.00 circa

GALLERIA

INDIETRO