La Basilica dedicata a Lorenzo, diacono nella Roma del III secolo, caduto martire sotto le persecuzioni di Valeriano, è la più maestosa chiesa milanese. Imponente con la sua mole articolata, grandiosa con il suo impianto centrale, San Lorenzo fu costruita negli anni in cui Milano fu capitale dell’Impero romano e fu probabilmente basilica palatina nell’antica Mediolanum, accogliendo nella tribuna l’imperatore e la sua corte. L’aspetto è solenne e nel contempo severo, con le quattro possenti torri-campanili che la assimilano ad una fortezza. Al suo interno, San Lorenzo esprime l’antica spiritualità dei primi secoli del Cristianesimo. Purtroppo i marmi policromi di cui erano rivestite le sue pareti si sono persi, ma fortunatamente i preziosi e rari mosaici paleocristiani sono sopravvissuti, sebbene in parte mutili, con i loro ori, i colori, la narrazione e la simbologia paleocristiana.

GALLERIA